Attestato di prestazione energetica: quali obblighi?

Contratto di locazione attestato di prestazione energetica clausola

Il proprietario deve dotare il proprio immobile dell’Attestato di prestazione energetica (Ape) e metterlo a disposizione dell’inquilino già dal principio delle trattative.

L’obbligo del locatore

L’obbligo di dotare l’immobile dell’Attestato di Prestazione Energetica sorge ancor prima della stipula di un nuovo contratto di locazione, dovendo il locatore esserne fornito sin dal momento delle trattative dirette alla conclusione del contratto, in quanto gli indici di prestazione energetica e la classe energetica devono essere riportati negli annunci immobiliari.

Il D.l.n. 63/2013 prevede peraltro l’obbligo di inserire nel contratto che si andrà poi a stipulare un’apposita clausola con cui il conduttore dichiara di avere ricevuto informazioni e la documentazione, comprensiva dell’Attestato di Prestazione Energetica, in ordine alla certificazione energatica degli edifici.

Non sussiste l’obbligo di informazione se la locazione non supera nella durata i trenta giorni, non essendo nemmeno richiesta, in questo caso, la registrazione del contratto.

Lo scopo dell’Attestato di prestazione energetica

Lo scopo principale di questa normativa è di stabilire le condizioni e le modalità per migliorare la prestazione energetica degli edifici, intesa come la quantità annua di energia primaria consumata o che si prevede possa essere necessaria per soddisfare, con un uso standard dell’immobile, i vari bisogni energetici dell’edificio, la climatizzazione invernale ed estiva, la preparazione dell’acqua calda per usi igienico-sanitari e la ventilazione.

L’Attestato di Prestazione Energetica (Ape), che ha sostituito l’Ace (Attestato di certificazione Energetica) deve essere rilasciato da esperti qualificati ed indipendenti oppure da società specializzate.

L’Ape si ottiene effettuando un’analisi energetica dell’immobile, valutate le caratteristiche delle murature e degli infissi, i consumi, la produzione di acqua calda, il raffrescamento ed il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile. In seguito il certificatore compila la documentazione e rilascia il certificato che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’immobile.

La durata dell’Attestato di Prestazione Energetica è fissata in 10 anni dal momento del rilascio, a meno che nell’immobile vengano eseguiti lavori di ristrutturazione tali da modificare la classe energetica.

Al momento della registrazione di un contratto di locazione di immobile a uso abitativo, è obbligatorio allegare l’attestato di prestazione energetica (APE)?

In caso di locazione di singola unità immobiliare, non è obbligatorio allegare l’ APE al contratto di locazione. Tuttavia, è necessario inserire nel contratto una clausola con la quale il conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato, relativa all’attestazione della prestazione energetica degli edifici (Articolo 6, Dlgs 19 agosto 2005 n. 192) come sopra specificato.

Hai bisogno di un aiuto per la stesura del Tuo contratto di locazione? Acquista il nostro servizio di stesura e registrazione, ti basterà fornirci i dati e noi ti invieremo direttamente sul Tuo indirizzo di posta elettronica il contratto da stampare e firmare entro due giorni lavorativi!